E’ giunta l’ora di sfatare che fast food vuol dire SOLO hamburger.
Premettendo che fast food o ristorazione rapida, è per definizione un tipo di ristorazione veloce da preparare e da consumare.

Ecco come un prodotto classico da slow food, come un semplice fuso di tacchino, diventa, da tradizionale piatto da self service, a moderno finger/fast food originale da passeggio. Per realizzare questa metamorfosi è fondamentale analizzare tutta la filiera di preparazione del prodotto. Una materia prima precotta ad esempio, che riduca i tempi di rinvenimento, semplifichi la preparazione e aumenti la produzione oraria in caso di necessità nelle ore di punta. La scelta di adeguate attrezzature che permettano una migliore praticità di lavorazione. Una vetrina di esposizione o una cottura e mantenimento a vista che proponga una visibilità accattivante che quindi stimoli l’acquisto. Un food packaging originale ed adatto sia nella presentazione che nella conservazione del prodotto e per finire un buon mezzo di promozione marketing.

Tutte queste considerazioni influiscono sul successo finale della creazione di un prodotto originale, anche fast.